Mescole in gomma organica sintetica e naturale

Descrizione

I polimeri alla base dei formulati sono la semplice gomma naturale da piantagione o tutta una serie di prodotti ottenuti dalla conversione e polimerizzazione dei monomeri: EPM, EPDM, NBR, SBR, CR, tra i gradi più comuni, HNBR, ACM, AEM, EU, AU, ECO, CSM, ecc. Esistono 30 classi di elastomeri organici di base e di ognuno di loro è possibile trovare sul mercato svariati gradi. L’utilizzo poi, all’interno dei formulati, di cariche rinforzanti o riempitive, di additivi vari, di reticolanti e plastificanti, porta virtualmente ad infinite combinazioni di ingredienti per infinite applicazioni: utilizzo statico o dinamico, in contatto con i più svariati fluidi nelle più varie condizioni di temperatura e condizioni climatiche.

Caratteristiche

Ogni tipologia di mescola organica ha precise caratteristiche ed eccelle in uno o più aspetti come ad esempio:

  • Polisoprene naturale (NR) e sintetico (IR): eccezionali proprietà meccaniche, ideale per utilizzi dinamici
  • Gomma nitrilica (NBR) e nitrilica idrogenata (HNBR): elevata resistenza agli oli, idrocarburi e gas
  • Polibutile (IIR): bassissima permeabilità ai gas
  • Copolimeri etilene-propilene (EPM) e terpolimeri etilene-propilene-diene (EPDM): ottime proprietà di resistenza agli agenti atmosferici e di flessibilità alle basse temperature
  • Policloroprene (CR): ottimo bilanciamento tra proprietà meccaniche e resistenza chimica e alle intemperie
  • Poliacrilati (ACM) e copolimeri etilene-acrilato (AEM): ottima combinazione di resistenza ai lubrificanti ed alle alte temperature
  • Poliuerataniche (EU, AU): la più alta resistenza all’abrasione

Form di contatto