Mescole in gomma fluorurata

Descrizione

I fluoroelastomeri (FKM o FPM e FFKM) sono la categoria di gomme sintetiche con la più elevata resistenza al calore e agli agenti chimici, grazie all’elevato contenuto di fluoro e alla stabilità intrinseca del legame carbonio-fluoro. I gradi commerciali di fluoroelastomero sono ottenuti dalla polimerizzazione radicalica di monomeri vinilici. I più utilizzati sono: fluoruro di vinilidene (VDF), tetrafluoroetilene (TFE), esafluoropropilene (HFP), perfluorometilviniletere (PMVE), MOVE, Etilene, Propilene. L’opportuno dosaggio in catena polimerica di gruppi a diverso ingombro e funzionalità, unitamente all’introduzione selettiva di specifici terminali di catena, permette di modulare proprietà meccaniche, comportamento a bassa temperatura, resistenza chimica, tipo di reticolazione e processabilità.

I formulati a base di fluoroelastomeri sono in genere caratterizzati dall’utilizzo di cariche poco rinforzanti, sia neri di carbonio che cariche bianche, e da un utilizzo contenuto di aiuti di processo.

 

Caratteristiche

Alcune proprietà distintive delle mescole in gomma fluorurata sono:

  • Temperatura di utilizzo continuo fino a 320 °C anche in contatto con fluidi
  • Utilizzo dinamico a basse temperature fino a – 45 °C con alcuni gradi specifici
  • Altissima compatibilità con tutte le tipologie di carburanti
  • Ottima resistenza ai condensati blow-by
  • Elevata resistenza a solventi, oli, acidi e basi sia organici che inorganici
  • Bassa permeabilità ai gas
  • Eccellenti proprietà dielettriche
  • Altissima resistenza alla fiamma

Form di contatto